Photogeisha, 2009/2017 – Umberto Stefanelli

Si può dire sommo fotografo? Checcazzomenefréga, io lo dico. Perché se sommo fotografo a viaggiatore il risultato che ottengo è Umberto Stefanelli, uno zingaro dalla foto rapida che proprio mentre scrivo sta espondendo le foto contenute in questo libro in un piccolo museo di un piccolo paese del nord della Francia che probabilmente non conoscerete: il Louvre di Parigi. Che poi dire Umberto Stefanelli è la stessa cosa che dire Photogheisha, ovvero il suo blog di fotografia errante abbinato a

Up and Down – Oliver Jeffers

Altro libro uscente da pacco regalo arrivante dall’Inghilterra. Ah, l’Inghilterra… Terra di Fish and Chips. Terra di Mel and Sue. Terra di Up and Down. Ma soprattuto Terra di Inghil. Tal libro, che leggo alla pùera come se non ci fosse un domani, andrebbe invece letto come se ci fosse uno ieri, perché Up and Down sembra sia il seguito di un altro libro, questo qui. Per fortuna le due storie non sono collegate: non è come vedersi Rocky II

Father Christmas needs a Wee – Nicholas Allan

Di tutti i nomi che Babbo Natale ha o ha avuto, Santa Claus è di certo il più scrauso, anche perché nasce usurpando ed anglofonizzando il San Nicola d’Olanda, tal Sinterklaas, santo protettore dell’orecchio sinistro di Van Gogh e molto ma molto amico di Maria. Questa certezza di primato nella bruttura di Santa viene minata da questo libro, che chiama il nostro biancorosso eroe Father Christmas: Padre Natale. Che sembra più il nome di una figura religiosa di alto rango,