Tutti i miei amici sono morti – Avery Monsen, Jory John

Un libro che fa ridere. Fa ridere poco però perché è un libro piccolo. Con poche pagine: poche e piccole, perché è anche un libro stretto. Tante battute però se rapportate al numero di pagine: il 50% circa. Una battuta ogni due pagine. Sempre circa, eh. Ma comunque una media niente male. Poche battute invece se rapportate alla dimensione media di un libro. Pochissime se rapportate al prezzo di dieci euro. Senza circa, qui: dieci euro tondi tondi. Perché dieci

Goodnight Stories for Rebel Girls – E.Favilli, F.Cavallo

Questo libro l’ho comprato qualche mese fa. A dire il vero non l’ho proprio comprato: l’ho finanziato partecipando insieme ad un altro trilione di persone ad una raccolta fondi sul sito kickstarter.com perché da subito mi è piaciuto questo progetto girl-power/all-female/nowoman-nocry. L’idea di base del libro è racchiusa nel titolo: Storie della buonanotte per ragazze ribelli, ovvero niente più storie di fanciulle bellissime racchiuse nelle torri, vittime di incantesimi, sognatrici instancabili soccorse da principibiondiincalzamagliaazzurra o fatemadrine, ma storie vere di

Wall and Piece – Banksy

L’ammirazione che provo verso quest’uomo è sconfinata e quindi sappiate che non è stato facile mantenere un certo distacco mentre sfogliavo il suo libro. Così come non sarà facile adesso evitare di scrivere righe piene di elogi di ogni tipo. Ma lo sticazzi è dietro ogni angolo, come il diavolo raccontato dai Colle der Fomento, per cui andiamo avanti. Il libro è composto da una raccolta di foto e qualche illustrazione raggruppate in ordine cronologico, semantico, romantico, e sicuramente secondo