Sigmund Freud – Marco Bonafede

Posted by

Librettino interessante, semplicerrimo e bianconerissimo (letto su Amazon – in formato kindle) che spiega in modo fast and curious come Freud decise di approfondire la conoscenza dell’animo umano. L’amico Sigismondo, ci viene spiegato, entra nella mente umana come un Dante qualunque (maperò viennese) e viene accompagnato dall’Inconscio, che fa le veci del buon Virgilio: metafora abbastanza spicciola dell’inferno che ognuno di noi ha nella testa. Sigismondo nel suo viaggio ha modo di incontrare e conoscere l’Es, l’Io ed il Super-Io, la Libido, e tutti quei processi che si innescano dall’interazione tra questi personaggi (l’ES è quello qui sotto con il cazzetto di fuori…).

Una storia interessante, ben sintetizzata ed istruttiva (devo però fidarmi della Bonafede di Marco, perché alla fine io checcazzonesò se ha scritto un tot di fregnacce, così, per divertirsi alle spalle dell’ignorante di turno…) che fa venir voglia di prendere in mano uno dei libri in cui lo studioso viennese scrisse i risultati dei suoi studi, tipo L’interpretazione dei sogni. Magari così ‘sti sogni li interpretiamo, ci giochiamo i numeri al lotto e ce famo pure du’ spicci che poi se bevemo alla salute (e anche un po’ alla faccia) de Fròid.

Detto tutto. Vi lascio con un bel valzer viennese cantato da Edipo e la sua band: Edip Purple.

Analize this, biatch!

3 comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.