Finale di Partita – Samuel Beckett

Tutto accadde per colpa o per merito dell’amico mio Peppe. Tale amico mio Peppe stava inerpicato su un tetto in cantiere senza caschetto o protezione quando ha pensato bene di cadere giù fino a quasi uccidersi, cavandosela per sua fortuna però solo con contusioni, bestemmie ed entrambi i polsi fratturati. Glisserò (con sospetta eleganza) su come fece Peppe con le braccia bloccate a mangiare ma soprattutto a farsi il bidet ed altre cose autoerotiche e vi porterò invece con me