Guida Galattica per gli Autostoppisti – Douglas Adams

Posted by

Non dovrò certo dirvelo io che cazzo di libro è questo, no? L’avrete già letto, no? Mica starete navigando anche voi, come me, nel mare dell’ignoranza galattica? E allora su, dài, un paio di pinte ravvicinate per attutire il mal di testa e via: pollici in alto!
Perché che c’è di meglio nella vita di farsi un bel viaggetto a scrocco nello spazio per conoscere nuova tecnologia, alieni ostili, alieni amichevoli, alieni scemi, galassie remote (galassie?.. telodoìo il promemoria…), il tutto innaffiato da un brillante umorismo inglese a velocità smodata?
Un sacco di cose sono meglio, direte voi. E c’avete pure ragione. Rimanendo nell’ambito della fantascienza, ad esempio, la pace nel mondo sarebbe meglio. Oppure la bistecca senza la morte della mucca, l’estate senza le zanzare, il vaccino anti-cancro: tutti esempi di esperienze fantascientifiche che potrebbero senza dubbio essere classificate come migliori di questo viaggio che ci offre il vecchio Douglas, che io per un’inventata complicità da membro della vecchiascuola chiamerò Doug E. Fresh.

Quindi, se l’avete già letto: ciao.
Ma se non l’avete letto perché come me siete dei poveracci e avete vissuto su un palo della luce, sappiate che questo libro, per definizione dello stesso Doug E. Fresh, è il primo episodio di una “trilogia composta da 5 volumi” e che quindi correte il rischio di andare a rota e ritrovarvi a vagare per librerie (come ho fatto io al Giardino del Mago) con limone e cucchiaino a dire frasi tipo:
ristorante al termine dell’Universo…
…la vita, l’universo e tutto quanto…
…addio, e grazie per tutto il pesce..
…praticamente innocuo…

In ultimo, ho provato a guardare il film, tanto per poter dire: Ah, io ho letto il libro: non c’è paragone… ma non ci sono riuscito (perché effettivamente non c’è paragone), nonostante Ford Prefect sia interpretato dal mio rapper preferito, ovvero Mos Def.

Quindi, niente: ciao e grazie per l’insalata di polpo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.