Battle royale – Koushun Takami

Posted by

Il libro che ha ispirato la saga degli Hunger Games e di tutte le altre imitazioni (quali? Boh…)

Il libro best seller in Giappone.

Il libro che ha di fatto inventato l’espressione (che ormai è di uso comune) per dire “tutti contro tutti” – come ad esempio la modalità di gioco di Fortnite.

Insomma il libro che di qua. Il libro che di là. Si ignora e si ignori, ecco a voi:

Allora. L’autore del libro chediquaechedilà prende una classe delle scuole medie, la porta su un’isola preventivamente sgomberata e per mezzo di un ufficiale governativo pezzodemmè dice a ragazzi e ragazze una cosa tipo questa:

A rega’ v’ha detto male, me dispiace… Pensavate de anna’ in gita a Pescasseroli o a Paestum… Che ve facevate le canne e ve accoppiavate… E invece ve accoppate… Ve dovete accoppa’ l’uno co’ l’altro!

Tu, zitto. Te, zitta pure te. Occhio che ve sparo. Anzi tiè (boom, boom, morta, morto). Visto? Qua ‘n ‘se scherza ‘n cazzo.

Dicevamo? Ah. Tiè, questi so’ i zaini, dentro ci sta n’arma a sorpresa. Po’ esse fucile o mattarello, po’ esse pistola o cortello, po’ esse piuma o po’ esse ferro.

Mo levàteve dalle palle che già ho parlato troppo e me se sta a secca’ la gola…

I ragazzi escono e chi più chi meno stanno tutti così.

Madonna che sfiga, oh… ‘O sapevo… Mi madre me l’aveva pure detto “portate ‘na granata che po’ sempre servi’..” ma io non glie do mai retta…

Mo che cazzo faccio? Cioè mo a metteme qua a spara’ a ‘a gente proprio no, eh…

Aò ecco Chicco, va’. Bella Chi’, che dici? Che sfiga, eh… ‘N se ficca manco stavolta…

Aò a Chi’ perché me guardi così? Che c’hai lì dietro? Er fucile? Ma che moo punti addosso? Ma che cazzo fai, spari?!..

Aò a momenti me pii!.. Mortacci tua ma che sei scemo?!.. Tiè, beccate sta cortellata ‘n petto, va’, ammèrda!..

E così da cosa nasce cosa, chi si allea, chi si tradisce, chi si suicida, chi impazzisce, e chi lo scoprirete solo alla fine perché io non ve lo dico: mica so’ infamefràcico come Kinpatsu Sakamochi. Però vi metto qui il trailer del film, che credo valga la pena di essere visto, almeno stando a quanto dice sia Quentin Tarantino che il mio vicino di casa che però risaputamente non capisce uncazzodignènte.

Scommettete sul vostro preferito ed assistete alla sua disfatta, come è successo a me, che non becco una scommessa dal 2004, mannaggia William Hill, Terence e pure quel pelato di Benny

Occhi aperti.

Saio nara.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.