Massoni (La scoperta delle UR-Lodges) – Gioele Magaldi

Posted by

E niente. Un giorno mi sono detto (sottovoce, se no le genti poi ti prendono per matto): basta co’sti libri che ti leggi pieni di storielle e di faggianate che nella vita non servono a una cippa! Leggiti un libro serio, uno di quelli che ti spiegano in che mondo viviamo, che ti fanno un quadro chiaro di chi siano i veri potenti che decidono delle sorti del pianeta. Non può essere che quando uno dice Bilderberg tu pensi a Birkenstock, no? E così mi sono convinto, ed ho comprato questo libro.

Un mattone.
A livello di forma, dico. Assomiglia a quei foratini coi fori piccoli con cui una volta ci costruivano le verande. Però andiamo oltre.
Appena lo apro vedo tipo un album di figurine: ritratti di presidenti, banchieri, capi di stato, papi, ognuno appartenente ad una o più confraternite, e dentro di me comincia a farsi largo un pensiero, ma mentre la mente costruisce gioco, la pancia ruba palla e passa in profondità alla bocca che era scattata sul filo del fuorigioco. La bocca stoppa, si gira e dice: limortacciloro, stifiidenamignotta! Poi, sulla rimessa in gioco, la mente riprende il controllo e pensa: mo io ‘sto Gioele Magaldi non lo so chi è, immagino che lo scoprirò leggendo; ma se ‘sto tipo mette presidenti e papi in copertina associandoli a delle confraternite, o logge, o comevipare: o ‘sto tipo è già morto perché ha detto cose che non doveva dire, oppure sta fuori Roma Termini e dorme su un cartone perché lo avranno citato per danni fino a togliergli anche le otturazioni dai denti. Cioè, Saviano ha rotto il cazzo a un paesino (un paesino di un certo tipo eh, per carità) e gira con la scorta. A questo come minimo lo avranno rinchiuso in una torre alla Rapunzel. Ma poi vado oltre e comincio a leggere.

Spugna nell’angolo.
Forse il mio errore è stato questo, cercare di leggere. Ho provato più di una volta ma niente, non ce l’ho fatta. Non è un libro che puoi leggere, questo. È peggio del Brancati, cazzo. Ci sono 50 nomi nella prima pagina, nella seconda altri 30 di cui solo 10 sono già comparsi nella prima. Ora il fatto che io sia ignorante costituisce le fondamenta di questo blog, è vero. Ed è vero anche che tento di fuggire da questa condizione. Però voi immaginatevi se io dopo una giornata di lavoro e dopo aver assolto a doveri domestici, coniugali, paterni, nell’ultima mezz’ora che mi rimane prima di collassare mi metto a “studiare” su un libro di testo come questo. Tipo che dovrei attaccare post-it su una lavagna e fare collegamenti, deduzioni, associazioni, alla Russell Crowe in A Beautiful Mind. Ecco, proprio no. Mi spiace, soprattutto perché sognavo che un giorno avrei potuto discutere di massoneria alla pari col mio amico Simone Profeta Matto, e invece devo accontentarmi di scambiare quattro chiacchiere col vicino di ombrellone sui libri di testo delle elementari.

Missione fallita.
Però qui sotto vi lascio tutto quello che ho imparato (e non è stato facilissimo nemmeno questo).

Massoni

Vado a leggere un libro con le sfumature per riprendermi.

Ciao.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.